(sonoro)
NOTIZIE NOVELLESI (Marzo 2006)

Decisioni del Consiglio Comunale del 10 Febbraio 2006

La sera del 10 Febbraio 2006, si Ŕ tenuto il Consiglio Comunale, con il seguente

ORDINE DEL GIORNO

1. Approvazione dei verbali della seduta del 2 1/12/2005 daI n. 19 al n. 30;
2. Elezione della Commissione elettorale comunale (art. 10 Legge 21/12/2005 n. 270);
3. Istituzione Commissione speciale per lo studio del vitigno autoctono "nascetta" (art. 8 statuto comunale);
4. Nomina Consiglieri comunali in seno alla Commissione speciale per lo studio del vitigno autoctono "nascetta";
5. Convenzione per la gestione del servizio acquedotto, fognatura e depurazione acque reflue. Proroga affidamento in gestione in regime di concessione all'impresa Tecnoedil S.p.A.;
6. Approvazione regolamento commercio su aree pubbliche (mercato, mercatino dell'usato e fiere);
7. Comunicazione adozione deliberazione della Giunta Comunale n. 64 del 21/12/2005 di oggetto: "Bilancio di previsione dell'esercizio finanziario 2005. Prelievo dal fondo di riserva.";: 8. Adesione alla "Strada del Tartufo Bianco d'Alba nel Basso Piemonte".

Sono presenti 10 Consiglieri su 12 e, naturalmente, il Sindaco.

Ecco il sunto delle deliberazioni:

N. 31 - Oggetto: Approvazione del verbali della seduta del 21/12/2006.

Il Consiglio, all'unanimitÓ, approva i verbali della seduta precedente (12/12/2005).

N. 32 - Oggetto: Elezione della Commissione Elettorale Comunale.

Mediante votazione a scrutinio segreto, il Consiglio elegge la Commissione in oggetto, che risulta cosý composta:
Componenti effettivi:
        - Presidente: il Sindaco
        - Membro: dr. Claudio Pirra
        - Membro: Graziano Gallo
        - Membro: Stella Conterno Passone.
        
Componenti supplenti:
        Membro: Nadia Boggione
        Membro: Roberto Passone
        Membro: Fabrizio Bozzone.

N. 32 - Oggetto: Istituzione Commissione Speciale per lo Studio del Vitigno Autoctono "Nascetta" (art: 8 Statuto Comunale).

All'unanimitÓ, il Consiglio delibera la seguente composizione:
Presidente: il Sindaco o suo delegato
Membro: dr. Claudio Pirra, consigliere comunale
Membro: Silvio Cogno, consigliere comunale
Membro: Giuseppe Roggia, consigliere comunale
Membro: Valter Fissore, produttore
Membro: Daniele Savio, produttore
Membro: prof. Mario Ubigli, direttore dell'Istituo Sperimentale per l'Enologia di Asti.

La Commissione speciale di studio del vitigno "Nascetta" viene istituita allo scopo di valorizzare il vitigno Nascetta di Novello attraverso la richiesta del riconoscimento D.O.C. e/o in altre forme adeguate.

N. 33 - Oggetto: Convenzione per la gestione del servizio acquedotto fognatura e depurazione acque reflue. Proroga affidamento in gestione in regime di concessione all'impresa Tecnoedil S.p.A.

All'unanimitÓ, il Consiglio, pur in presenza di alcune difficoltÓ relative al tipo di servizio prestato, delibera di prorogare per 3 anni, dal 1░ marzo 2006, l'affidamento in gestione in regime di concessione all'impresa Tecnoedil S.p.A. di Monteu Roero del ervizio acquedotto fognatura e depurazione alle condizioni attualmente in essere ed alle altre indicate nell'offerta che l'impresa aveva presentato.

N. 34 - Oggetto: Approvazione regolamento del commercio su aree pubbliche nel giorno di fiera.

All'unanimitÓ, il Consiglio approva il relativo regolamento che, per la lunghezza e la tecnicitÓ, si omette.

N. 35 - Oggetto: Comunicazione adozione deliberazione G. C. N. 64 del 21/12/2005 di oggetto: "Bilancio di previsione dell'esercizio finanziario 2005. Prelievo dal fondo di riserva".

All'unanimitÓ, il Consiglio prende atto di tale deliberazione, che prevede un prelievo di 1.600,00 euro, per far fronte ad alcune variazioni di previsione.

N. 36 - Oggetto: Adesione alla "Strada del Tartufo Bianco d'Alba nel Basso Piemonte".

All'unanimitÓ, il Consiglio:
a) approva lo statuto di tale associazione;
b) autorizza il dirigente competente ad approvare eventuali minime modifiche non sostanziali qualora venissero indicate dagli organi competenti della "Strada del Tartufo Bianco d'Alba nel Basso Piemonte;
c) incarica il responsabile del servizio competente dell'adozione degli atti conseguenti alla presente deliberazione.

Per chi volesse saperne di pi¨, segnalo che l'adesione costa al Comune 500 euro l'anno. Inoltre, ritengo opportuno trascrivere integralmente la premessa alla delibera:

"""""la Regione Piemonte, in seguito all'istanza di compartecipazione all'iniziativa inoltrata a firma congiunta delle Province di Alessandria, Asti e Cuneo del 07/07/2000, ha confermato con lettera prot. n. 10114/211 del 16/05/2000 la propria disponibilitÓ ad aderire al progetto comunicandone l'inserimento con apposita deliberazione di Giunta nel programma operativo di promozione turistica per l'anno 2000;
il Centro Nazionale Studi Tartufo, incaricato dal Comitato promotore di svolgere il ruolo di segreteria provvisoria nella fase di costituzione dell'Associazione, con lettera n.p.g. d'arrivo 132692 dell'11/11/2003, inviava il testo dello Statuto e del Regolamento per l'approvazione da parte degli organi competenti il Comitato promotore;
in data 18/01/2005 ad Alba, alla presenza del Notaio Ŕ stata ufficialmente costituita la "Strada del tartufo bianco d'Alba nel Basso Piemonte" di cui risultano soci fondatori i seguenti soggetti:
- Provincia di Asti;
- Provincia di Cuneo;
- Provincia di Alessandria;
- Camera di Commercio Industria Agricoltura Artigianato di Asti;
- Camera di Commercio Industria Agricoltura Artigianato di Cuneo;
- Camera di Commercio Industria Agricoltura Artigianato di Alessandria;
- Comune di Alba;
- Comune di Mondový;
- Comune di Vezza d'Alba;
- Comune di Montechiaro d'Asti;
- Comune di Moncalvo;
- Comune di Murisengo;
- Associazione Trifolau Albese;
- Associazione per il centro nazionale studi tartufo;
nella seduta del primo Consiglio d'Amministrazione del 17/03/2005 Ŕ stato modificato l'art. 21 del regolamento, votato all'unanimitÓ dei presenti, relativo alle quote di adesione che recita: "...Euro 100,00 per i soci di appartenenza alla prima fascia: soci privati, Associazioni Trifolau, Consorzi Trifolau, Comuni fino a 3000 abitanti e altri soggetti dall'Assemblea per caratteristiche consone al raggiungimento degli scopi sociali dell'Associazione; Euro 250,00 per i soci appartenenti alla seconda fascia: Comuni da 3000 a 10000 abitanti; Euro 500,00 per i soci appartenenti alla terza fascia: Comuni con pi¨ di 10000 abitanti, Consorzi di tutela dei prodotti tipici delle province di Alessandria, Asti e Cuneo e Associazioni di categoria, ComunitÓ Montane, Unioni di Comuni, Centro Nazionale Studi Tartufo; Euro 1.000,00 per i soci di appartenenza alla quarta fascia: Provincia di Alessandria, Provincia di Asti, Provincia di Cuneo, Camera di Commercio, Agenzia di Accoglienza e Promozione Turistica Locale delle tre province, Regione Piemonte...";
le Province, i Comuni, le ComunitÓ Montane e Collinari, le Camere di Commercio che aderiranno all'iniziativa dovranno sottoscrivere un disciplinare contenente l'impegno a tutelare, promuovere e proteggere il prodotto "tartufo" ognuno per le proprie competenze."""""

torna a Novello
torna all'indice